TERRITORIO
CENNI STORICI
CENNI STORICI
PROPOSTE TURISTICHE
GITE IN TRAGHETTO O ALISCAFO
SPORT E SVAGHI
SUPERMERCATI
SHOPPING
RISTORANTI
TRASPORTI
MANIFESTAZIONI
SERVIZI
INFO GENERALI
LINK
VEZIO
Villaggio situato su un promontorio al centro del lago di Como, all'inizio della sua esistenza, che si pone intorno al VI secolo avanti Cristo, era un insediamento ligure celtico, se non addirittura etrusco.
Il suo nome probabilmente deriva da "Vescia" piccolo centro del Lazio, paese d'origine di Vescinus, legionario romano al quale era stato affidato il comando e la direzione per la costruzione del "castrum" di Vezio.
A quel tempo i romani estesero il loro dominio su tutto il nord Italia per arginare le incursioni dei popoli del nord Europa .
Per questi motivi a Vezio venne eretta una fortificazione che facilitava il controllo delle sponde del lago sottostanti, sul cui promontorio nel frattempo era sorta Varenna.
In seguito con l'arrivo dei Longobardi venne edificata una torre alta venti metri e la leggenda dice che ospit˛ anche la regina Teodolinda.
La rocca seguý le sorti di Varenna alla quale era stata unita da mura che come due lunghe braccia scendevano a difesa del borgo lacustre.
Nel 1244 quando per la prima volta Varenna fu distrutta dal feudo dei comaschi ai quali si era ribellata , la popolazione trov˛ rifugio nel maniero che per la sua posizione era inespugnabile: Varenna venne distrutta ma il castello resistette.
Vezio e Varenna videro trascorrere varie Signorie e le dominazioni dei francesi e degli spagnoli.
Nel 1778 il feudo di Varenna, che comprende anche Vezio, pass˛ alla famiglia milanese Crivelli Serbelloni, che mantenne il possesso fino al 1800.
Agli inizi del 1900 fu acquistato dalla Famiglia Greppi.best place to buy phentermine online

VARENNA
Antico borgo lacustre, il primo insediamento, come a Vezio, doveva essere di origine ligure celtico e in seguito romano. Si hanno notizie documentarie a partire dal 493 d.c., anno della stesura della storia di Milano del Coiro.
Il 24 giugno 1169 gli abitanti dell´┐Żisola Comacina , a seguito della distruzione dell´┐Żisola da parte dei comaschi fedeli all´┐Żimperatore Barbarossa, fuggirono sulla sponda opposta del lago e trovarono accoglienza e rifugio a Varenna. Questo avvenimento ├Ę ricordato ancora oggi con una serie di rappresentazioni storiche e in costume, generalmente nel mese di Luglio.
Ad oggi Varenna ├Ę ricca di ville classiche e raffinate che caratterizzano il suo lungolago e che presentano anche giardini di notevole interesse botanico.
Nella sua piazza si pu´┐Ż ammirare la Basilica di San Giorgio, testimonianza di stile romanico lombardo del XIV secolo.

BELLAGIO
Bellagio si trova nella cuspide che separa i due rami del Lario. Oltre alle sue bellezze paesaggistiche ├Ę nota per le sue ville patrizie che hanno sempre esercitato un grande fascino su generazioni di artisti illustri , da Manzoni a Flaubert e da Liszt a Toscanini. Il suo Grand Hotel ├Ę stato meta del turismo internazionale dell´┐Żottocento e tuttora viene utilizzato per importanti incontri di vertice di politica internazionale.